Spiagge e Baie

Il litorale é disseminato di spiagge alcune lunghe anche diversi chilometri, tra le più famose partendo da Stintino verso Santa Teresa di Gallura: La Pelosa dall'acqua colore turchese e le trasparenze, nonché la finissima sabbia bianca la fanno somigliare ad una spiaggia tropicale.
Balai racchiusa tra le rocce in una piccola insenatura alla fine del Lungomare di Porto Torres.
Baia Ostina incastonata tra le Rocce di Castelsardo.
Valledoria distesa di 20 km con la foce del fiume Coghinas, che in vista del mare si apre in un bacino ricco di attrattive naturali.
Badesi lingua di spiaggia circondata da dune di sabbia e dalle propaggini della macchia mediterranea.
Isola Rossa racchiusa da due gruppi di scogli particolarmente suggestivi, Li Bicchi Rossi e la scogliera del belvedere ed accanto la Baia di Marinedda, meta di surf da onda. Da qui, con il gommone o attraverso un lungo camminamento, è possibile raggiungere la spettacolare Spiaggia di Tinnari. A salire Costa Paradiso racchiusa in una splendida insenatura raggiungibile solo dopo aver valicato delle rocce.
Rena Majore dalla sabbia fine e bianchissima e fondali da favola, fino a doppiare Capo Testa con bellissime rocce di granito dai colori cangianti di mille sfumature, che costellano il lungomare, levigate ed erose dal lavorio lento ed incessante di mare e vento, si aprono improvvisamente calette assolutamente fantastiche.
Oltre alle numerose spiagge e cale, il Golfo prende nome dall'incredibile Isola dell'Asinara diventato Parco Nazionale. La striscia di terralunga piu' di 50 km era un tempo sede del Carcere di Massima Sicurezza è dal 1997 un'area naturale protetta raggiungibile solo con operatori autorizzati e non con mezzi propri.

Stintino - La Pelosa

Valledoria

Baia di Marinedda

Spiaggia di Tinnari

Rocce e Terme

Non meno suggestivo è l'interno della Gallura, contrassegnato da paesaggi collinari e montani dove i picchi granitici, le curiose formazioni di roccia. come quella dell'Elefante, il Monte Pulchiana presso Tempio Pausania o Le guglie di Su Padre e Sa Monza sulla sommità del Monte Ruiu che è formata da due curiose guglie chiamate cosi' dalla gente del luogo perché al tramonto disegnano le immagini di un frate incappucciato e di una monaca.
Tra gli sprofondamenti del terreno, cosparsi di immani massi rotolati dalle cime dei monti come nella Valle della Luna presso Aggius, affiora una vegetazione composta in prevalenza da grandi estensioni di sugherete e di fitta macchia mediterranea.
Raggiungendo poi Santa Maria Coghinas, dove una deviazione porta nelle Gole di Casteldoria, dalle caratteristiche rocce di granito rosa, dominate dalla torre del castello dei Doria (XII secolo). La strada termina alle Terme di Casteldoria, edificate sul luogo di sorgenti calde, che gettano le loro acque salsobromoiodiche nel Coghinas; le terme sono immerse in un parco attraversato da un percorso naturalistico.

Castelsardo - Roccia dell'elefante

Bortigiadas - Su padre Sa monza

Aggius - Valle della Luna

Bortigiadas - Monte Ruiu

Lo Stazzu Rosa
Località Scupaggiu, Frazione Tisiennari
Bortigiadas, OT, Sardegna
Ph: (+39) 338.9880533
stazzurosa@gmail.com